Programma Culturale NOW 2016

venerdì 6 maggio
26
Apr

Storie di ragazzi tra legalità e camorra

venerdì 6 maggio ore 14.00-15.30  
SALA VIOLA

Storie di ragazzi tra legalità e camorra

Una testimonianza importante

La camorra, una delle quattro organizzazioni criminali più potenti in Italia, è un cancro che ha mangiato una parte della regione Campania. C’è una porzione di questo territorio che ha inghiottito veleni di ogni genere, un’altra parte ha accettato, in silenzio, soprusi e violenze in ogni settore, ma c’è anche una parte che ha reagito e si è ribellata.

In questi lunghi anni don Luigi Merola ha visto tanti ragazzi che si sono persi ma anche tantissimi altri che si sono salvati. Con diverse strategie educative sono stati riportati a scuola centinaia di bambini, abbiamo allontanati dalla strada impegnandoli in attività sportive, ludiche-ricreative e, in alcuni casi, anche con un lavoro. Nessun bambino nasce delinquente.

INTERVIENE

don Luigi Merola (Sacerdote, impegnato nella lotta alla criminalità)
intervista: Mario Forlano (Presidente, Coordinamento Comasco per la Pace)

In collaborazione con

Coordinamento Comasco per la Pace

 

Storie di ragazzi tra legalità e camorra

 


don Luigi Merola

Sacerdote, è Specializzato in Teologia Spirituale presso la Facoltà dei Gesuiti dell’Italia meridionale “San Luigi”. Nel 2006 si laurea e si specializza in Scienze Sociali a Roma. Il 1 ottobre 2000 diventa parroco di San Giorgio, parrocchia del quartiere napoletano di Forcella. In questo quartiere don Luigi è il primo prete che denuncia la camorra e fa smantellare tutte le telecamere installate dai clan consegnando al questore una videocassetta per documentare lo spaccio di droga. In seguito a ciò viene intercettata la frase di un camorrista: «Lo ammazzerò sull’altare». E’ proprio tale frase che segna l’inizio della vita blindata del parroco: dal 2004 infatti gli viene assegnata la scorta che è svolta dall’Arma dei carabinieri. Il 24 giugno del 2007 celebra la sua ultima messa a Forcella e lascia il quartiere per motivi di sicurezza. Il suo periodo di permanenza a Forcella è stato segnato dal tragico evento dell’uccisione, avvenuta il 27 marzo 2004, di una ragazza di 14 anni, Annalisa Durante, trovatasi per caso a passare nel luogo dove era in atto un agguato camorristico. Ignorando gli inviti a mantenere un profilo basso, don Merola nell’omelia del funerale ha attaccato duramente la camorra. Il 14 dicembre 2007 nasce la fondazione «’A voce d’e creature», nel quartiere Arenaccia, in Via della Piazzolla con lo scopo sociale di recuperare i minori a rischio attraverso laboratori ludico-creativi. È consulente a titolo gratuito della Commissione Antimafia dal 2010 ad oggi.
Oggi è cappellano della stazione ferroviaria di Napoli Centrale e soprattutto è tornato ad insegnare nella scuola secondaria di primo grado poiché crede fortemente che il cambiamento di una società parta dai bambini.

Condividi... Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPrint this page

You are donating to : Greennature Foundation

How much would you like to donate?
$10 $20 $30
Would you like to make regular donations? I would like to make donation(s)
How many times would you like this to recur? (including this payment) *
Name *
Last Name *
Email *
Phone
Address
Additional Note
paypalstripe
Loading...